Personale in mostra alla Galleria MICRO di Roma. Mostra "Riflessi d'arte"

Visioni fluttuanti a pelo d’acqua. Luce filtrata dagli alberi, aria, cieli aperti.

Questa è la dimensione interiore di Simona Barbaresi, sensibile paesaggista dalle atmosfere velate e rarefatte, al limite del sogno. Ci arrivano suoni d’acqua lontani, luoghi della sua terra marchigiana sublimati dalla pittura, ed esaltati dal colore e dalla luce, ben lontani dal frastuono del progresso. L’artista ritrova se stessa nella contemplazione. Ispirata da un occhio impressionista e da quella immediatezza dei pittori “en plain air”, resta sospesa da qualsiasi dimensione temporale. Tutto è immobile, mai una figura umana, eppure se ne percepisce la presenza. La natura è protagonista assoluta, con la sua grande energia, catturata da una pennellata libera ma attenta a cogliere il continuo mutamento della luce, e a cui l’artista riesce a dare sempre il senso di un attimo.

Albe luminose o rossi tramonti infuocati, realizzati in poche tonalità e senza dettagli descrittivi, producono quasi l’effetto di un monocromo. Dominano l’ordine e il silenzio: ecco che lo scorrere primordiale dell’acqua si carica di valenze simboliche.

L’acqua come rinascita, come elemento naturale attorno al quale ruota la vita. E’ da questa rinascita da cui l’artista riparte, risultato di un percorso che sembra irrompere improvvisamente dal buio.

#MostraRiflessidacqua #MICROSpazioPortaMazziniRoma